Ormoni ai bambini in cambio di denaro: Sbrollini e D’Incecco interrogano il Ministro. Domani alle 15 la risposta in aula

Sbrollini e D’Incecco: «Una vicenda gravissima, il Governo intervenga rapidamente».

Domani alle 15 il Ministro Balduzzi risponderà in aula.

ROMA (23 ott.) Domani alle 15 il Ministro Balduzzi risponderà in aula a Daniela Sbrollini e Vittoria D’Incecco, deputate del Pd e componenti della commissione Affari sociali, che hanno presentato un’interrogazione urgente al Ministro della Sanità sullo scandalo delle prescrizioni ormonali sovra dosate per favorire una casa farmaceutica. «Il governo intervenga rapidamente su questa scandalosa vicenda, tutelando i pazienti, soprattutto i minori, con provvedimenti verso i medici coinvolti», dichiarano le deputate. La delicata indagine giudiziaria vedrebbe coinvolti 67 medici di ospedali pubblici e privati di tutta Italia, accusati di aver prescritto farmaci ormonali con dosaggi al di sopra delle indicazioni terapeutiche, per ricevere denaro e regali. «Siamo di fronte ad una vicenda scandalosa – dice l’on. Sbrollini, che è anche componente della Commissione bicamerale per l’Infanzia -; non solo per la corruzione diffusa, ma anche perché nelle prescrizioni di farmaci non necessari sarebbero stati coinvolti molti bambini». «Lo scenario che emerge dall’inchiesta – aggiunge l’on. D’Incecco, che nella vita svolge la professione di medico – è particolarmente grave: c’è un’odiosa violazione del patto fiduciario tra medico e paziente. Su questo chiediamo al Ministro di intervenire rapidamente».