La Fiera sfida la crisi. Spesi 350 mila euro

GRISIGNANO.Presenti molti politici e le associazioni di categoria

Ieri il taglio del nastro ufficiale con tutte le autorità Gli organizzatori: «Ora è il momento d’investire»

Domenica 12 Settembre 2010 PROVINCIA, pagina 31 “Il Giornale di Vicenza”

Il taglio del nastro che dà il via ufficiale alla Fiera del Soco. COLORFOTOUn segnale per battere la crisi economica degli ultimi tempi. È quello che è stato lanciato ieri pomeriggio all’inaugurazione ufficiale dell’Antica Fiera del Soco.
A darlo il presidente dell’Amg Lorenzo Dainese che ha scelto il momento istituzionale per eccellenza per fornire un’iniezione di fiducia agli operatori che sono presenti alla manifestazione ma anche alla schiera di amministratori, politici e rappresentanti di categoria presenti. In soldoni: per uscire dal tunnel bisogna investire. In infrastrutture, in servizi, in marketing, in tecnologia. Per la fiera si è speso quasi 350 mila euro . «Abbiamo speso molto denaro- ha spiegato il presidente dell’Amg- nonostante la situazione difficile, ottenendo la fiducia di molte aziende che sono venute a Grisignano anche dall’Emilia, dalla Lombardia e, addirittura, dall’estero». Dainese ha usato il linguaggio dei numeri per far passare il messaggio. 45 mila euro per gli spettacoli, 160 mila euro per il noleggio delle strutture, 30 mila per la sicurezza, 40 mila per i servizi di pulizia e via dicendo rappresentano il carburante far decollare questa edizione della kermesse che punta a registrare alcuni record, fra cui quello di presenze. Il volano della ripresa del Soco è rappresentato dagli investimenti ma anche dal recupero della tradizione come ha sottolineato il sindaco di Grisignano Renzo Lotto. Presenti all’appuntamento i sindaci o i loro delegati del comprensorio (Torri, Camisano, Montegalda, Montegaldella, Grumolo, Longare, Mestrino, Veggiano), Dino Secco e Luigino Vascon per la provincia, il vicepresidente Marino Zorzato, Roberto Ciambetti e Costantino Toniolo per la Regione, e ancora i parlamentari Roberta sbrollini, il senatore Paolo Franco, l’eurodeputato Sergio Berlato oltre ad altri rappresentanti delle istituzioni e delle categorie economiche.
MAT.MARC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *