Draghi, Sbrollini: ieri un voto vergognoso, uno sgarbo al Presidente, un schiaffo all’Italia.

E’ veramente avvilente e disarmante vedere trattare in questo modo una persona così autorevole, che ha ridato credibilità e centralità all’Italia, che ha ridato speranze al Paese. I sindaci, le categorie economiche, la scuola, la sanità, i sindacati, perfino il mondo cattolico. Tutti avevano chiesto a Draghi di restare ed alle forze politiche di comportarsi generosamente, seriamente e razionalmente per rispetto dell’Italia. Invece al Senato si è consumato un pomeriggio di vera follia.

Il M5S ha pensato solo ai propri psicodrammi interni. Poi Salvini e Berlusconi hanno ceduto alle pressioni della Meloni. Tutto nell’interesse di bottega senza ascoltare il Paese reale e senza un atteggiamento di responsabilità”. 

La senatrice di Italia viva punta il dito sulla irresponsabilità di chi ha affossato il Governo.

“Il Presidente Draghi ha fatto un discorso onesto, un appello accorato alle forze politiche del paese affinché potessero continuare a lavorare insieme con serietà e responsabilità così come hanno fatto per questo anno e mezzo. Serviva un nuovo patto di fiducia per dare risposte immediate alla drammatica crisi che vive tutto il continente europeo dopo la pandemia e il conflitto in Ucraina”. 

Noi di Italia Viva abbiamo lavorato per impedire alle forze populiste e sovraniste di distruggere il nostro paese rendendo possibile l’arrivo di Draghi a palazzo Chigi.

Oggi come allora ribadiamo il nostro impegno affinché possa continuare il lavoro impostato da Draghi. lo avremmo fatto con determinazione per rendere l’Italia all’altezza delle sfide che la attendono. Lo faremo nel futuro”.

Voglio chiudere con un ringraziamento al Presidente Draghi per averci guidato in questi mesi difficili dove la pandemia e la guerra hanno fatto da protagonista. Vedere una persona così autorevole, che ha ridato credibilità e centralità all’Italia, venire trattato in questo modo è disarmante e avvilente.

Ora abbiamo un compito: portare avanti l’agenda Draghi, riformista e liberale!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su