Crepe ed infiltrazioni al tribunale di Vicenza On. Daniela Sbrollini: “Situazione inaccettabile, già in contatto con Ministero”

Nota stampa
“La stampa locale sta giustamente evidenziando in questi giorni la condizione drammatica dell’edificio del nuovo Tribunale di Vicenza. Una struttura così nuova non può avere queste problematiche, se poi si tratta di un edificio pubblico, ancor più un tribunale, ecco che diventa necessario accertare le responsabilità.
Qualcosa sicuramente non è funzionato nella costruzione dell’edificio o nella manutenzione perchè non è possibile che esistano problematiche strutturali apparentemente così gravi in un’opera costruita solo pochi anni fa.
Appena appresa la notizia mi trovavo in Aula alla Camera dei deputati con il Sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore, l’ho avvertito e mi ha garantito che seguirà personalmente la vicenda.Poco dopo insieme abbiamo anche avvertito il Ministro Andrea Orlando.
Ho depositato oggi un’interrogazione parlamentare per avere al più presto una nota scritta dall’esecutivo, è una questione delicata ma cui il Governo intende collaborare.”

On. Daniela Sbrollini

TESTO DELL’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE
+++
On. Daniela Sbrollini
Interrogazione 
Interrogazione a risposta orale

Al Ministro della Giustizia Andrea Orlando
Al Sottosegretario alla Giustizia Gennaro MigliorePer sapere,
– premesso che
Negli ultimi giorni il Corriere del Veneto ed Il Giornale di Vicenza hanno evidenziato come nell’edificio del nuovo Tribunale di Vicenza con sede  Borgo Berga – Via Ettore Gallo, 24 – 36100 Vicenza (VI) insistano importanti crepe nella muratura ed infiltrazioni d’acqua piovana che mettono a rischio l’incolumità dei lavoratori e compromettono il decoro della funzione giudiziaria della struttura.
Il Presidente del tribunale di Vicenza  Alberto Rizzo, alla luce delle nuove problematiche comparse nella struttura  dell’edificio ha immediatamente investito il Comune di Vicenza e convocato la commissione permanente sollecitando tempestivi e risolutivi interventi diretti a sanare le disfunzioni  che si sono presentate. Il Comune di Vicenza, proprietario dell’immobile, è stato sollecitato ad intervenire immediatamente.
E’ inaccettabile che un edificio pubblico, ancor più un Palazzo di Giustizia, sia in queste condizioni: occorre immediatamente non solo accertare le responsabilità che hanno portato il verificarsi di questa situazione ma anche garantire al più presto la massima sicurezza e la funzionalità di un edificio strategico per il territorio e fortemente impegnato a garantire la domanda di giustizia.

Se il Governo è a conoscenza dei fatti esposti
Se e come il Ministero della Giustizia interverrà per garantire la sicurezza, la piena funzionalità e l’ordinato e continuo impegno della funzione giudiziaria del nuovo tribunale di Vicenza nonché la corretta manutenzione dell’immobile

 +++
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *