Casello di Alte: Interrogazione a risposta scritta al Ministro dei Trasporti e delle infrastrutture

Interrogazione a risposta scritta al Ministro, Toninelli Danilo

 

DANIELA SBROLLINI

 

Premesso che:
La Pedemontana Veneta ha il suo sbocco previsto nella Autostrada A4 in località Alte di Montecchio Maggiore;
il flusso di auto previsto nei progetti è tale da comportare una paralisi dei traffici urbani in località Alte, qualora l’innesto in autostrada non sia diretto;
l’attuale casello autostradale di Alte di Montecchio Maggiore risulta estremamente ridotto rispetto agli utilizzi quotidiani e da molti anni è stato deciso lo spostamento del casello stesso per garantire alla località castellana una vita meno complicata dal traffico di attraversamento;
l’attuale casello risulta un tappo che danneggia le economie della zona che sono molto sviluppate sotto il profilo della produzione industriale e commerciale;
il tempo previsto per lo spostamento del casello autostradale è di 4 anni di lavori;

 

Considerato che:
l’autostrada Serenissima A4 si interseca con il tragitto della TAV così come proposto già da anni;
le vallate che trovano nel casello di Alte l’ingresso all’autostrada A4 fanno riferimento al polo conciario, al distretto della meccatronica, a importanti aziende chimiche, a numerosissime attività commerciali;

 

si chiede al signor Ministro:
perché RFI non ha ancora firmato l’affidamento dei lavori a IRICAV 2, nonostante i finanziamenti e un progetto definitivo approvato; se ritiene che una vallata così importante per l’economia del Veneto e i cittadini di una comunità intera di oltre 23 mila persone possano da anni sopportare le indecisioni della burocrazia statale e regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *