In Veneto tagli al sociale: ho chiesto un incontro a Zaia

tratto da il Giornale di Vicenza Clic – domenica 10 novembre 2013 – CRONACA – Pagina 12

TAGLI AL SOCIALE. Sbrollini (Pd) chiede un incontro al presidente

L´appello alla Regione «I disabili vanno tutelati»

Disabili e tagli al sociale. Daniela Sbrollini, vicepresidente della Commissione affari sociali e sanità della Camera per il Pd, chiede un urgente incontro al governatore Luca Zaia.
La parlamentare vicentina, che in queste settimane si è impegnata sia sul fronte veneto per sostenere le famiglie dei disabili vicentini nell´ancora irrisolta questione dei centri diurni, e sia sul fronte romano per riuscire a far finanziare il fondo per la non autosufficienza, ha scritto una lunga lettera al presidente della Regione.
«Dando seguito all´incontro tenutosi lunedì 28 ottobre, che ha visto la partecipazione mia, dell´assessore al sociale del Comune di Vicenza Isabella Sala e delle associazioni del Comi.Vi.H. che si occupano di disabilità, sono a chiedere un incontro per poterci confrontare sulle problematiche emerse a causa dei tagli che la Regione Veneto ha effettuato nel settore del sociale con particolare riguardo alla disabilità». La Sbrollini ribadisce un problema molto avvertito dalle famiglie. «Dal 4 novembre 2013, a causa della mancanza di risorse, sono molti i disabili che non possono più usufruire dei centri diurni, se non previo pagamento. Il governo si sta impegnando non solo per ripristinare il fondo per la non autosufficienza (con circa 250 milioni di euro), ma per arrivare a una implementazione nel 2014. Mi rendo conto che la cifra non è per ora soddisfacente, ma sono convinta che ciò a cui dobbiamo tendere sia la tutela delle fasce più deboli della popolazione. Nei prossimi giorni giungerà alla Camera la legge di stabilità e il mio impegno sarà quello di migliorare le questioni relative al sociale».F.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *