Pregiudiziale “Salvaliste”

Oggi la Camera dei Deputati era impegnata nella discussione della Conversione in legge del decreto-legge 5 marzo 2010, n. 29, recante interpretazione autentica di disposizioni del procedimento elettorale e relativa disciplina di attuazione, decreto denominato “SALVALISTE”.
Il voto sulla pregiudiziale ha visto prevalere in aula la maggioranza di Centrodestra per soli 13 voti di scarto, le assenze più significative e numerose sono da ricercare nei banchi dell’UDC.
Esistono modi diversi di far opposizione, afferma l’on. Daniela Sbrollini, uno è quello di gridare per guadagnare un titolo sulla stampa; oppure si può lavorare nelle sedi opportune tentando di far valere le proprie posizioni con la presenza in aula.
Questa è stata una occasione persa, afferma la deputata vicentina, le assenze pesano sulla credibilità di chi si candida alla presidenza di Regione. L’assenza di Antonio De Poli dimostra che alle parole troppo spesso non seguono i fatti.
Non possiamo rallegrarci di questo voto, ma possiamo affermare che il PD anche in questa occasione ha dimostrato fermezza e contrarietà ad uno dei provvedimenti più “arroganti” messi in campo da questo governo.

Daniela Sbrollini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su