Petizione per bacino Caldogno e nella legge di stabilità 250 mln per le regioni danneggiate

tratto da il Giornale di Vicenza, sabato 17 novembre 2012 CRONACA, pagina 17

LA PETIZIONE. Ci sono semplici cittadini, ma anche rappresentanti delle istituzioni, delle categorie

LA PETIZIONE
Ci sono semplici cittadini, ma anche rappresentanti delle istituzioni, delle categorie, del mondo delle associazioni tra i firmatari della petizione popolare per la rapida realizzazione del bacino di Caldogno attraverso il conferimento dei poteri speciali al presidente della Regione Luca Zaia. In appena quattro giorni le firme sono arrivate già a quota 4.500.
GAZEBO UDC
Per sensibilizzare i vicentini sulla necessità del bacino di laminazione delle piene a Caldogno, l´Udc allestirà oggi dalle 9.30 alle 13 un gazebo in contrà Cavour. Saranno distribuiti volantini per invitare a sottoscrivere la petizione popolare che sarà inoltrata al presidente del Consiglio Mario Monti.
SBROLLINI (PD)
Intanto Daniela Sbrollini, deputata del Partito democratico, sottolinea che «mercoledì, grazie a un emendamento del Pd, abbiamo ottenuto l´inserimento nella legge di stabilità di 250 milioni destinati alle regioni che domenica dono state danneggiate dal maltempo e dalle alluvioni. Mi rendo conto che questi soldi non sono molti, ma è comunque un buon segnale di partenza».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *