Manovra, Sbrollini: “Si smantella il federalismo la la Lega tace”

“Mentre il governo, con la manovra, smantella il federalismo, la Lega che fa?”. Se lo chiede Daniela Sbrollini, deputata Pd. “La finanziaria del centrodestra – continua la deputata – colpisce ancora di più gli enti locali e vanifica il percorso del federalismo fiscale. La Lega, però, non dice una parola. Così come rimane in silenzio rispetto agli attacchi che vengono fatti alle famiglie. Il sistema di tagli indiscriminati alle detrazioni e alle deduzioni va a colpire le fasce più deboli, i monoredditi, i nuclei con figli piccoli, che vanno all’asilo o a scuola. Il ticket per le prestazioni sanitarie spinge la gente verso la sanità privata, colpendo le famiglie con un aumento dei ticket che vanno ad aggiungersi a quelli già esistenti. Tutta la manovra è una complessiva crescita della tassazione sul ceto medio, sulle persone, sulle famiglie, sulle categorie disagiate mentre i ricchi e gli evasori fiscali continuano a dormire sonni tranquilli. E’ questa la svolta che invocava la Lega? E’ questa la sua idea di governo vicino alla gente? Quella stessa gente che continua a subire una crisi forte, come certificato dall’ISTAT che in questi giorni comunica i nuovi dati sulla povertà. In Italia oltre 8 milioni di poveri (13,8% della popolazione) di cui 3 milioni in povertà assoluta (1 milione e 156 mila famiglie) con questa manovra non si affrontano questi problemi anzi l’assenza di equità rappresenta un nuovo fardello per i cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *