La radio di regime è una ipotesi ridicola

E’ sconcertante l’iniziativa immaginata (o già preparata?) dell’amministrazione Rucco che risulta essersi messo alla ricerca di un’emittente radiofonica da utilizzare gratuitamente per diffondere messaggi promozionali dell’amministrazione comunale sotto forma di notiziari quotidiani.

 

Anche l’Ordine dei giornalisti del Veneto contesta con fermezza questa iniziativa. Il vizietto dell’informazione di regime alimenta la voglia di questa amministrazione di raccontare una realtà diversa dai fatti.

 

Si tratta di un progetto tra il ridicolo ed il grottesco. Manca di rispetto per la dignità del lavoro giornalistico e ridicolizza il ruolo dell’informazione, immaginata dal Sindaco come un braccio armato del suo ufficio stampa.
Io mi auguro che alla fine non venga dato seguito all’infelice progetto. Vicenza ha bisogno di cure. Lo si vede ogni giorno di più. Ha bisogno di azioni concrete e non di propaganda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *