Knittel il re del Future Vicenza

TENNIS. Il tedesco di Stoccarda ha centrato il successo al torneo Banca Popolare di Vicenza battendo l´austriaco Rath

Finale show, però a senso unico Il vincitore ha centrato il bis dopo aver dominato anche a Padova Nel doppio, festa Galovic-Torresi

Antonio Simeone

domenica 29 aprile 2012 SPORT, pagina 61 “Il Giornale di Vicenza”

29_61_gdv_f1_1208 (1)
L´accoppiata berico-euganea nei due tornei internazionali Future di Padova e Vicenza non era mai riuscita a nessuno. L´ha centrata, invece, il ventottenne di Stoccarda Bastian Knittel che dopo aver battuto nella finale del torneo di Padova l´austriaco Phlipp Oswald, ieri sul centrale del Tennis Palladio si è imposto nella finale del torneo Banca Popolare di Vicenza su un altro austriaco, il ventunenne Marc Rath.
Una finale sostanzialmente a senso unico, ma comunque di alto livello e ricca di scambi spettacolari. Troppo forte alla fine Knittel anche per un giovane in ascesa come Rath che ha cercato di rimanere aggrappato al suo avversario affidandosi soprattutto alle sue accelerazioni di dritto.
Dopo un inizio di studio, Knittel ha cominciato a martellare il suo avversario sul rovescio, alternando con il dritto palle liftate ad altre molto strette, per poi martellare con il suo straordinario rovescio, un colpo da primi cento al mondo senza il minimo dubbio.
Il primo set è stato il più equilibrato ma sempre controllato dal giocatore tedesco. All´inizio del secondo set, Knittel si è portato subito sul 2-0, facendo il break nel gioco d´apertura, ma la reazione di Rath è stata immediata con l´austriaco capace di subito di riportarsi sul due pari. Una breve fiammata, però, perché Knittel ha immediatamente premuto l´acceleratore riprendendosi un break di vantaggio. Sul 4-2, servizio Rath, il tedesco si è procurato un´altra palla break dal sapore di match point. Rath l´ha annullata con un gran dritto incrociato, ma alla successiva ha dovuto capitolare. Sul 5-2 pesante la finale è praticamente finita nelle mani di Knittel che ha chiuso la sua bella avventura veneta tenendo senza problemi la battuta.
Di fronte a una tribuna come sempre piena nel giorno della finale, si è poi svolta la cerimonia di premiazione. A fare gli onori di casa il presidente dell´As 98, Andrea Mantegazza e il direttore del torneo, Enrico Bettini. Fra le autorità, il presidente del comitato regionale veneto della federazione, Mariano Scotton, l´assessore allo sport del Comune di Vicenza, Umberto Nicolai, l´onorevole Daniela sbrollini, e Claudio Giacon in rappresentanza della Banca Popolare di Vicenza, main sponsor del torneo.
«Penso di aver disputato un altro bel torneo – sono state le prime parole del vincitore – e sono molto soddisfatto di essere riuscito a tenere alto il livello del mio gioco per due settimane. In finale è andato tutto bene e non ho avuto i cali della semifinale. Qui a Vicenza mi sono trovato molto bene, gli organizzatori sono stati sempre molto gentili con me. Ora mi prenderò una settimana di riposo per poi tornare in Italia per disputare un challenge a Roma».
Con 54 punti Atp vinti nei due tornei di Padova e Vicenza, Knittel dovrebbe compiere un bel balzo nella classifica mondiale Atp. Dal numero 304 dovrebbe arrivare a ridosso della 245a posizione. Anche se il suo best ranking (156) è lontano, la sua ambiziosa rincorsa può dirsi cominciata.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *