Da Bizzotto e Sbrollini le risorse da sollecitare

POLITICA. Indicazioni delle vicentine di Ln e Pd

Sabato 06 Novembre 2010 SPECIALI, pagina 4 “Il Giornale di Vicenza”

La parlamentare europea della Lega nord Mara Bizzotto, con una lettera indirizzata al presidente della Commissione Ue Josè Manuel Barroso, ha chiesto contributi per i colpiti dall’alluvione, indicando tre linee d’azione possibili. “La prima é quella di attingere al Fondo di Solidarietà attivo in caso di catastrofi naturali che provocano danni superiori ai 3,5 miliardi di euro: considerando che le alluvioni hanno provocato disastri in tutta Italia, questa soglia sarà presumibilmente superata e quindi lo Stato potrà beneficiare di aiuti economici da ripartire tra le varie regioni” spiega l’onorevole Bizzotto: “La seconda è attivare lo stesso Fondo soltanto per la nostra Regione, a patto di dimostrare le ripercussioni durevoli sulla stabilità economica locale. La terza strada consiste nella richiesta alla Commissione di un aumento delle risorse comunitarie destinate al Veneto per la gestione e la prevenzione dei rischi idrogeologici”.
«Dopo gli effetti disastrosi dell’alluvione, occorre non perdere più tempo: esistono i piani per la prevenzione e messa in sicurezza che le Regioni e le Autorità di bacino hanno predisposto da tempo, quello che manca sono le risorse».
Lo dichiarano Daniela sbrollini e Raffaella Mariani, deputate Pd: «Non vogliamo perdere altro tempo in discussioni su prevenzione e pianificazione, si dia immediatamente il segnale che risorse consistenti saranno destinate per ripristinare la normalità nei territori colpiti e per aiutare economicamente cittadini ed imprese».
«In questi mesi – citano le deputate democratiche – non siamo riusciti a disporre dei 900 milioni che il Piano straordinario nazionale aveva destinato al dissesto idrogeologico a seguito degli alluvioni del 2009, ma non sarà accettabile vedere quegli stessi 900 milioni riproposti come soluzione ai nuovi danni».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *