Tempio Ossario di Bassano del Grappa

Oggi ho depositato in Commissione Difesa una interrogazione parlamentare rivolta ai Ministri Di Paola e Profumo in merito al tempio Ossario di Bassano, struttura importante che merita di ricevere gli adeguati finanziamenti per poter concludere i lavori ed essere riconsegnata alla Città.

Ecco il testo presentato:

Interrogazione a risposta immediata in Commissione Difesa

Al Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola

Al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo

Roma, 1 febbraio 2012

Premesso che:

Nella Città di Bassano del Grappa (VI), Medaglia d’oro al Valor Militare, è presente un Tempio Ossario che rappresenta un punto importante per la storia della Città e per l’intera Provincia.

Nel Tempio Ossario sono contenute le salme di più di cinquemila caduti per la libertà, e da tempo la struttura è chiusa al pubblico perché sottoposta ad interventi di restauro e manutenzione.

Il Patto di programma stipulato nel 2009, tra amministrazione Comunale e Ministero della Difesa (accordo intercorso con l’amministrazione comunale in carica prima delle elezioni amministrative 2009) prevedeva che una volta ultimati i lavori il Tempio Ossario diventasse bene di proprietà del Ministero della Difesa.

Considerato che:

Per ultimare l’intervento servirebbero ancora 300 mila euro, somma che permetterebbe di riattivare il cantiere, fermo per l’assenza di finanziamenti, e di riconsegnare alla Città un bene che oggi è sottratto all’uso e alla memoria collettiva.

Il Comune di Bassano, ha più volte chiesto l’intervento del Ministero della Difesa e della Regione Veneto, che però ad oggi non hanno ancora dato risposte positive, o prospettive per un immediato finanziamento.

In Città aumenta un sentimento di disagio per un cantiere perennemente aperto in un luogo simbolo della comunità Bassanese

Il Comune, con finanziamenti propri non può certo affrontare una spesa del genere senza tagliare altre voci di bilancio, consapevoli del difficile momento in cui gli enti locali operano.

L’interrogante chiede al Governo se:

E’ al corrente della situazione sopra descritta

Esiste la volontà di mantenere fede all’impegno assunto dal precedente Ministro della Difesa finanziando l’ultimo stralcio dei lavori per un importo che si aggira sui 300 mila euro.

Se il Ministero dell’Istruzione può collaborare alla spesa, considerando la specificità e le finalità storico culturali del sito.

Se il Governo intenda investire una collaborazione tra Stato e Regione Veneto per poter raggiungere l’obiettivo della conclusione lavori e riconsegna del Tempio Ossario alla Cittadinanza e alle nuove generazioni.

On. Daniela Sbrollini

2 commenti su “Tempio Ossario di Bassano del Grappa”

  1. Ringrazio per l’impegno l’onorevole Sbrollini. Sono di Ferrara e sono nipote di un caduto i cui resti sono nel Tempio Ossario e da due anni (o forse tre) non riesco ad andare a recitare una preghiera davanti alla tomba di mio nonno. Ritengo che la situazione attuale sia offensiva per coloro che hanno dato la vita per la nostra Italia, per i loro parenti, ed anche per i Bassanesi, che non meritano una situazione del genere. Amo Bassano (vi ho anche fatto il militare) e spero vivamente che la situazione si risolva presto.

  2. Gian Paolo Bertelli

    Concordo pienamente con l’onorevole Sbrollini, sono un parente di un Caduto pluridecorato tumulato nel tempio ossario, in due anni non ho mai trovato il Sacrario aperto, mi sembra veramente un insulto ai 6400 Caduti di cui molti ignoti che li riposano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su