Incendio Brendola: Interrogazione a risposta scritta

Interrogazione a risposta scritta, al Ministro dell’Ambiente

 

SBROLLINI

 

Premesso che:
in data 1 luglio si è verificato uno spaventoso incendio nella zona industriale di Brendola, provincia di Vicenza;
l’azienda in cui si è verificato l’incendio è una importante produttrice di vernici;
che il pronto intervento di molte squadre di Vigili del Fuoco ha circoscritto i danni prodotti dalle fiamme evitando che si propagassero nelle aziende limitrofe;
che la collaborazione con la Protezione civile ha sortito buoni risultati.

Considerato che:
malgrado interventi rapidi i danni sono stati enormi;
gli effetti della nube potrebbero essere significativi;
le acque di spegnimento e dilavamento sono state fatte confluire nel fiumicello Brendola che passa a fianco della azienda;
che si sono verificate presenze di schiume, odori acri e moria di pesci per un tratto considerevole di acquiferi superficiali a valle del fiumicello Brendola.

Chiede al Ministro:
se sono stati fatti tutti gli interventi necessari per ridurre l’impatto dell’incendio;
se si sono verificati inquinamenti pericolosi e dannosi per la salute degli abitanti della zona;
se non sia necessario di estendere l’obbligo che aziende così potenzialmente pericolose, poste in zone dove gli acquiferi sono così delicati come quelli di Brendola dove sono presenti risorgive, debbano essere dotate di piani di pronto intervento per eventi così catastrofici.

 

09/07/2019

1 commento su “Incendio Brendola: Interrogazione a risposta scritta”

  1. Pingback: Incendio Brendola – Daniela Sbrollini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *