Garante Infanzia, Sbrollini: “Una vittoria del Pd”.

infanzia_tre_uttri

Roma – (16 mar) “Nasce anche in Italia il Garante per l’infanzia. E’ una chiara vittoria del Pd”. Lo dichiara Daniela Sbrollini, deputata del Pd, componente della commissione bicamerale per l’Infanzia, dopo l’approvazione oggi in Aula, alla Camera, di una proposta di legge bipartisan che istituisce l’importante e nuova figura istituzionale.

“Abbiamo ottenuto il ritiro della proposta di legge del Governo – dice l’on. Sbrollini – perché disegnava una figura del Garante come poco autonomo, senza fondi, non raccordato con il mondo delle associazioni. Abbiamo costruito, poi, nelle commissioni, un accordo bipartisan su una nuova proposta che, finalmente, è arrivata in Aula. Qui siamo riusciti ulteriormente a correggerla, approvando nostri emendamenti centrali, come ad esempio quello a mia firma che consente al Garante di segnalare alla magistratura i casi di minori abbandonati”.

Se il contenuto di questo emendamento fosse stato presente nell’ordinamento del nostro Paese, solo alcuni mesi fa, avrebbe di fatto impedito alla consigliera regionale della Lombardia Minetti di prendere in consegna Ruby nella famosa notte in questura.

“Nell’insieme – conclude l’on. Sbrollini – abbiamo varato un provvedimento significativo che consente all’Italia di superare una mancanza che ormai era diventata clamorosa. Eravamo l’unico Paese in Europa a non avere questa figura mentre in molte regioni non esiste ancora il garante regionale. La legge approvata in aula è il frutto di un intenso lavoro delle opposizioni che hanno cambiato completamente il volto del provvedimento, costruendo una figura di alto profilo, autonoma, dotata di mezzi finanziari e poteri precisi. Un tassello importante per un Paese che destina al sociale solo poche risorse e ha un tasso altissimo di evasione scolastica”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *