Calcio: Sbrollini, nello spareggio salvezza, lasciamo che a parlare sia il campo

L’eccesso di tifo mal si sposa con la capacità di valutare le situazioni ed i fatti per quelli che sono. In questa situazione alimentata dagli eccessi di nervosismo tanti hanno davvero esagerato. Se confermate, le parole del Presidente del Cosenza al numero uno della Lega Balata, hanno uno strano e cattivo sapore di minaccia. Alla luce del nervosismo che si è manifestato in campo nella partita di andata e che sta caratterizzando la settimana che porta alla gara di ritorno, la Ministra Lamorgese deve attivare i livelli massimo di vigilanza. La partita si preannuncia calda sul prato e caldissima sugli spalti. La società Cosentina farebbe bene a cercare di abbassare i toni. Comunque è e sarà responsabile di quello che succederà dentro allo stadio Gigi Marulla. La posta in gioco è alta. La tensione sta scoppiando. Francamente non capisco l’esternazione della onorevole del M5S Orrico. Dice di non seguire il calcio e si espone a considerazioni assurde. La ricerca di un facile consenso populista la porta a sproloquiare cercando di far passare l’operosità vicentina come una colpa quando invece è un merito di questa terra. Assurdo”.

La senatrice di IV Daniela Sbrollini, responsabile Nazionale Sport commenta incredula l’allargarsi della polemica sportiva e politica.l 

Quanto al vicentino che sui social fa certe affermazioni di evidente matrice razzista, condanno fermamente le sue esternazioni volgari e ingiuriose. La magistratura però non può lasciar passare il fatto come una semplice cretinata. Tutto quanto crea tensione sociale intorno ad una partita così delicata va bloccato e sanzionato secondo legge. Persone così non meritano di far parte del tifo. Vicenza città e il Vicenza Calcio si meritano ben altro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su