Alpini, Sbrollini: fare subito luce sui colpevoli

Gli atteggiamenti di singole persone, sbagliati e vergognosi, non devono coinvolgere il corpo degli alpini. Né mettere in discussione le prossime adunate. La magistratura faccia velocemente le necessarie indagini per individuare e giudicare i colpevoli. Non è giusto e non è accettabile infangare l’immagine del corpo benemerito degli alpini, con storie eroiche e gloriose in tempo di guerre e con le altrettanto epiche azioni di generosità civile in tempi di pace”. 

La senatrice di IV Daniela Sbrollini è drastica rispetto ai fatti accaduti a Rimini durante l’adunata nazionale degli alpini.

Che tristezza dover commentare ancora fatti del genere: per le donne offese, per il corpo degli alpini con la sua gloriosa storia in guerra e per le sue innumerevoli azioni di generosità in tempo di pace, per la città di Rimini”.

Chiude la senatrice: “I fatti di Rimini chiedono una ferma risposta da parte di tutti. Il Ministro Guerini ha detto parole forti. Tutti i vertici degli alpini, dal nazionale al locale, hanno preso netta distanza da quanto accaduto. Ora tocca alla magistratura individuare e giudicare i colpevoli. Sono fatti tanto vergognosi che non devono cadere nel nulla. Serve un segnale chiaro. Chi non vuole smettere di fare il cretino e non rispetta le donne deve rispondere personalmente. E vergognarsi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su