«Lega, lavoriamo insieme: si rifà il Patto di stabilità»

Mercoledì 21 dicembre 2011 REGIONE, pagina 9 “Il Giornale di Vicenza”

L'on. Daniela Sbrollini (PD)
L'on. Daniela Sbrollini (PD)

Altro che incitare a non rispettare la legge, come fanno i sindaci della Lega. È un´altra la battaglia che si deve fare, e subito: «Cambiare il Patto di stabilità che paralizza i Comuni. Noi siamo pronti a farla in confronto col Governo, e l´obiettivo è alle porte: dopo il 6 gennaio ci sarà il classico decreto “milleproroghe”, ed è l´occasione per intervenire sulla norma».
È la risposta che Daniela sbrollini, deputata vicentina del Pd, lancia al Carroccio sulla questione dell´Imu. «Ho fatto una verifica, e credo il primo dato da tener presente sia questo: quando il governo Prodi intervenne sull´Ici previde un´imposta sulla prima casa che di fatto esentava dal pagamento, grazie alle detrazioni, una una buona parte delle famiglie. Poi il governo Berlusconi decise di eliminare quell´imposta su tutte le prime case e di sostituirla con trasferimenti dello Stato ai Comuni. Ebbene, ho calcolato che in questi anni è venuto così a mancare un incasso di circa 15 miliardi di euro, che poi è alle origini di tanti problemi di equilibrio nei conti pubblici. L´Ici di fatto era un´imposta davvero federalista, perché era in mano ai Comuni, e con le esenzioni attuava anche un sistema di equità. Ripeto: se non l´avessimo cancellata oggi i guai dei conti pubblici sarebbero minori. È stata demagogia eliminarla, così come a mio parere è demagogia oggi invitare a non rispettare la legge». «Ma la questione a mio giudizio ora – sostiene sbrollini – è un´altra. Abbiamo già parlato con il ministro Giarda e c´è un impegno del Governo a rivedere le norme del Patto di stabilità, che è quelle che oggi costringe i Comuni alla paralisi tenendo fermi in cassa soldi che potrebbero essere invece utilizzati ad esempio per velocizzare i pagamenti ai fornitori.
Subito dopo l´Epifania verrà proposto al Parlamento il decreto “milleproroghe” ed è l´occasione per presentare un emendamento che sia finalizzato a questo risultato. In particolare prevedendo ad esempio che siano premiati enti virtuosi come i Comuni del Veneto. Io chiedo alla Lega di unire le forze e, nel confronto col Governo, puntare a questo risultato che è certo molto più concreto, e potrebbe dare un risultato positivo per il territorio, che non fare le barricate sull´Imu». Sul fronte Pd intanto la segretaria regionale Rosanna Filippin ricorda che «lo stesso Berlusconi ha rammentato alla Lega che l´Imu era nel decreto del federalismo e che ai Comuni rimane il gettito relativo alle prime case, mentre la ripartizione tra Stato ed ente locale riguarderà tutti gli altri immobili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *