pd

Autonomia Veneto – comunicato parlamentari PD

Autonomia Veneto

Parlamentari del PD auspicano intesa definitiva tra Stato e Regione Veneto

«Nostro il merito della firma della preintesa»

Venezia, 9 Aprile 2018 _ I parlamentari veneti del Partito Democratico auspicano il conseguimento di un’intesa definitiva tra Stato e Regione Veneto per il trasferimento delle materie oggetto della trattativa per l’autonomia differenziata del Veneto, delle relative competenze e delle risorse economiche e strumentali. Inoltre, sottolineano la necessità di un accordo tra la Regione Veneto e la Provincia di Belluno che tenga coerentemente conto della volontà popolare espressa contestualmente al referendum regionale del 22 ottobre, per consentire ai cittadini, alle imprese e alle istituzioni della montagna di godere delle pari opportunità sociali ed economiche di chi vive in pianura.

Deputati e senatori veneti del PD hanno partecipato questa mattina a Venezia all’incontro con il presidente della Regione e hanno condiviso un documento in cui ribadiscono il proprio impegno per il raggiungimento dell’autonomia regionale e per la valorizzazione delle specificità locali, in particolare della montagna e della Provincia di Belluno, affinché sia scongiurato il pericolo di un neo centralismo regionale che soffochi le autonomie locali.

I deputati ribadiscono le tappe «di un’autonomia differenziata per le regioni prevista dalla riforma costituzionale del 2001, introdotta dal centrosinistra. Garantiscono il loro supporto al conseguimento dell’intesa definitiva tra Stato e Regione, rilevando tuttavia che la stessa dipenderà prevalentemente dalla volontà del governo che si insedierà nelle prossime settimane e dalla stessa Regione Veneto».

«Quando la partita è stata del governo, l’unico a giocarla è stato quello a guida PD», sottolineano i parlamentari Dem. «Ora, dopo il voto del 4 marzo, è corretto che siano le formazioni politiche vincitrici ad assumersi la responsabilità di proseguire il percorso. Da parte nostra, pur dai banchi dell’opposizione, non mancheranno gli stimoli e l’appoggio al processo di riforma il cui obiettivo tuttavia non è alimentare un neo centralismo regionale, ma avvicinare e rendere più efficienti ed efficaci i servizi per i cittadini, le imprese e gli enti locali della nostra regione. Auspichiamo che questo percorso non venga interrotto come avvenne nel 2008 dal governo di centrodestra in cui uno dei ministri era proprio Luca Zaia».

Parlamentari PD Veneto

2nd Healty City Forum – 3 luglio 2017

73 morti al giorno in Italia, quasi 750 in Europa, sembrano numeri da bollettino di guerra, e invece purtroppo sono i numeri del diabete. Gli italiani che soffrono di diabete sono circa l’8% della popolazione adulta, solo nel nostro Paese negli ultimi 10 anni si sono registrati oltre 1 milione di nuovi casi e sono circa 21 milioni gli italiani in sovrappeso.
Il 3 luglio ho partecipato nuovamente l’Healty City Forum. Si è parlato di iniziative da intraprendere perchè lo Stato, insieme alle Regioni e alle Asl locali investa fortemente nella prevenzione, nell’educazione ad un corretto stile di vita e per incentivare il movimento e lo sport.

Comunicato Stampa

Nuovi investimenti per la scuola pubblica

Buone notizie: sta per essere emanato il decreto ministeriale che assegnerà 1 miliardo di euro per i prossimi tre anni per l’adeguamento antisismico delle scuole. Questo non è l’unico grande investimento previsto, infatti sono in fase di stanziamento anche altre risorse il cui riparto è previsto per il 2018. Contemporaneamente mentre il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli annuncia che entro l’agosto di quest’anno saranno assunti altri 52.000 insegnanti.

Comunicato stampa

Intervista Vaccini – Sbrollini (PD): ” Obbligo vaccini necessaria per tutelare la salute pubblica”

Elezioni amministrative, risultati positivi per il PD

Davvero positivi i dati del Partito Democratico alle elezioni amministrative. In particolare per la provincia vicentina complimenti al Sindaco di Thiene Giovanni Casarotto addirittura confermato al primo turno, un grande risultato anche del PD Thienese, è il segnale che la città ha apprezzato l’ottima amministrazione di questi anni. Ottimo poi il risultato di Marano Vicentino, Romano d’Ezzelino e Sandrigo e ai sindaci rispettivamente eletti: Marco Guzzonato, Simone Bontorin e Giuliano Stivan.
Più in generale a livello nazionale si nota evidentemente come gli elettori abbiano voluto premiare le coalizioni che rappresentavano forze legate ai loro territori sia di centrosinistra che di centrodestra. Tracollo del movimento cinque stelle, che si dimostra ancora una volta poco credibile nei propri contenuti di proposta politica amministrativa.
Adesso avanti per i ballottaggi, sono moltissime le città in cui, analizzando i dati, il centrosinistra può vincere ribaltando il vantaggio del centrodestra al primo turno.
Tutti i risultati per la provincia di Vicenza 

Campagna elettorale – Basta un Sì per cambiare l’Italia

 

15310196_10211957821727510_2061547006_n

15055674_668120130023954_9042051401496497073_n

15202557_679794635523170_1172756761805773164_n

 

Approvata alla Camera la nuova legge in materia di sicurezza in asili e strutture per anziani e disabili

Roma , 19 Ottobre 2016

INTERVISTA –>

 

Approvata la nuova legge che prevede nuove disposizioni per garantire la sicurezza presso asili nido e nelle scuole dell’infanzia e delle persone ospitate nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità

Approvata alla Camera dei deputati la legge dell’On.Daniela Sbrollini, il testo passa ora al Senato.

“Formazione per gli operatori e videosorveglianza negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, come nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità.
Una novità importantissima che nasce dal lavoro congiunto di 4 commissioni tra la XII Affari Sociali e Sanità di cui ho l’onore di essere la vicepresidente.
Il provvedimento è frutto di una difficile intesa in cui sono state coinvolte anche tutte le minoranze, con questo testo unificato c’è sicuramente un passo in avanti nella prevenzione di fenomeni di violenza, il Parlamento ha dimostrato ancora una volta di trovare risposte e nel non chiudere gli occhi rispetto a quello che sta accadendo purtroppo in molte parti d’Italia.

Le nuove possibilità di videosorveglianza sono solo uno dei sistemi di prevenzione e controllo per la tutela dei più deboli, questa legge mette in campo diversi strumenti che comunque tutelano sempre la privacy degli operatori. L’installazione delle telecamere dovrà sempre essere prima autorizzata dal collegio sindacale delle struttura e dovrà sempre rispettare la privacy degli utenti e la libertà educativa degli insegnanti.

Tutte le famiglie italiane devono potersi sempre fidare delle strutture in cui lasciano i propri cari, che siano strutture educative o di assistenza sociosanitaria, ciò deve valere soprattutto per le realtà pubbliche. La nuova legge prevede che nella conferenza stato regioni si approvino nuove linee guida di maggior apertura in materia di visite all’interno delle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità così da garantire non solo una miglior qualità della vita dell’utente, ma anche un maggior controllo della struttura.

Finalmente nella legge si riconosce il burnout, e cioè una particolare forma di stress lavorativo che può derivare da un attività prolungata particolarmente impegnativa. Lavorare come operatori educativi con bambini nei nidi e nelle materne e a contatto con anziani è un lavoro difficile, molto spesso usurante dal punto di vista fisico ma soprattutto dal punto di vista psicologico. Gli operatori vanno sostenuti, motivati e ricollocati per alcuni periodi così come è necessario sostenere una formazione costante permettendo anche un controllo periodico dell’idoneità degli operatori stessi. È previsto proprio per la formazione di tutti gli lavoratori del settore un fondo triennale pari a 5 milioni di euro annui fino al 2019. Questo nuovo impianto di regole mette al centro l’utente della struttura.

Abbiamo trovato una soluzione che garantisca maggiori tutele per tutte le parti, in particolare per bambini in età prescolare, per anziani non autosufficienti e per le loro famiglie.

Ancora una volta questo risultato testimonia la grande sensibilità del Parlamento e del Governo sui temi del sociale. In questi anni troppe volte la cronaca ci ha riportato situazioni di violenza inaccettabili, con questo voto il Parlamento ha dato una risposta concreta attesa da tutti gli italiani.”

On. Daniela Sbrollini
Vicepresidente XII commissione affari sociali e sanità

Il Partito Democratico nazionale ribadisce la sua posizione assolutamente favorevole alla candidatura di Roma per le olimpiadi del 2024.

41dd37d9-911c-4a2a-8c68-94def9306cf3
Il Partito Democratico nazionale ribadisce la sua posizione assolutamente favorevole
alla candidatura di Roma per le olimpiadi del 2024.  La responsabile nazionale Sport e Welfare On. Daniela Sbrollini dichiara
” Ribadisco il pieno sostegno alla candidatura olimpica Roma 2024, la città di Roma insieme al sostegno assoluto del Coni e del Governo italiano ha già avviato da tempo questo il progetto di candidatura. Roma 2024 sta sfidando altre grandi città  per guadagnarsi l’onore di organizzare il più grande evento sportivo del mondo.  Il dossier presentato descrive una strategia che è un’enorme opportunità di rilancio sportivo e culturale per l’Italia e la chance storica di un’innovazione urbanistica e dell’impiantistica sportiva di Roma e delle altre sedi olimpiche. Questa è una candidatura di tutta l’Italia che vuole ancora una volta dimostrare al mondo di esser capace di ospitare ed organizzazione grandi eventi internazionali. Il PD sostiene pienamente il lavoro del comitato promotore Roma2024 guidato da Luca di Montezemolo, e i progetti avviati da Giovanni Malagó con il Comitato Olimpico –conclude Sbrollini-  e come parlamentare sono a disposizione di tutte le istituzioni sportive per promuovere questo straordinario progetto”

On. Sbrollini (PD) : Raggi inadeguata a governare Roma

+++ COMUNICATO STAMPA +++

Daniela Sbrollini Responsabile Sport E Welfare del PD:

“Con la gaffe di ieri sulle olimpiadi Virginia Raggi dimostra, ancora una volta, la sua più totale inadeguatezza per candidarsi a sindaco di Roma. Dopo aver detto ‘No’ a qualsiasi opera di sviluppo della città,  secondo la candidata pentastellata adesso persino parlare di olimpiadi diventa un’azione criminale. Bene ha fatto il Presidente del Coni Giovanni Malagò a prendere immediatamente le distanze da queste parole ignobili. La città di Roma non merita un sindaco che lavora per ostacolare lo sviluppo, invece che promuoverlo. Non merita un sindaco che guarda al passato, come sarebbe la Raggi, e che predica l’immobilismo. Al contrario della Raggi, noi pensiamo che la Capitale d’Italia abbia certamente bisogno di urgenti lavori di manutenzione ordinaria, ma nello stesso tempo ha anche necessità di cambiare e di aprirsi al futuro”.

Roma 2024 si parte , il progetto è straordinario l’Italia merita l’Olimpiade

“Ho partecipato emozionata alla lettura delle proposte e dei contenuti preparati dal comitato Roma 2024, il Presidente del Comitato promotore Luca Cordero di Montezemolo sta facendo un bellissimo lavoro. Il progetto è straordinario e l’Italia merita l’Olimpiade.

Questa mattina il palazzo dei congressi dell’EUR era allestito a festa per presentare il progetto di quella che sarà la più grande “festa dello sport” mai organizzata in Italia. Malagò e Montezemolo hanno trasmesso energia ed entusiasmo su un progetto che coinvolgerà tutti gli attori del panorama sportivo culturale ed educativo del nostro Paese. Roma 2024 è una vera opportunità per rinnovare lo sport italiano: impianti, crescita delle società sportive, sviluppo di una nuova managerialità all’interno del mondo dello sport per un movimento che possa coinvolgere sempre più persone generando ricchezza, occupazione educazione, cultura sportiva e salute.
Già questa fase di candidatura è un’occasione straordinaria per Roma : nei prossimi mesi saranno avviati percorsi di sensibilizzazione sportiva, per il miglioramento qualità della vita e per la diffusione dei valori olimpici su tutto in territorio nazionale. I Giochi permetteranno  un’ investimento non solo culturale, sociale e dell’immagine dell’Italia nel mondo ma permetteranno attrazione di investimenti, lavoro e sviluppo con un certo ritorno economico. Insieme al dossier di candidatura con i progetti e i luoghi per le singole discipline sportive il Comitato Promotore ha predisposto una dettagliata ricerca contenente il prospetto economico delle olimpiadi e paraolimpiadi 2024 che dimostra come l’impatto economico di questo grande evento  sarà positivo e genererà ricchezza sia a Roma che in tutta Italia.

Sottolineo ancora una volta la completa disponibilità del gruppo parlamentare PD a collaborare con il Coni, le altre istituzioni sportive, gli enti locali per sviluppare e migliorare i progetti di avvicinamento all’ assegnazione olimpica. Crediamo fortemente nel sogno olimpico e l’Italia merita questi Giochi. Avanti tutta! We want Roma 2024! “

 

Alc1RZqDseTdvydJAgbRH8hO7jPnuOBKobmI-yrIbzU2

Link consigliati

News in Pillole