Home

Gli articoli in home verranno visualizzati nella home page

Rassegna stampa luglio 2017

Incontro con la Juventus a Montecitorio – #JUVECLUB

Renzi nomina Daniela Sbrollini responsabile dipartimento Sport PD

Voglio ringraziare il mio Segretario Renzi, il Ministro Lotti , il mio capogruppo Rosato e tutte le persone che mi sono state vicine in questi anni per questa nomina importante a responsabile nazionale del dipartimento Sport del PD! Alla mia città Vicenza da cui è partito tutto! Ci aspetta un grande lavoro insieme per un settore strategico e di forte impatto sui territori! Grazie a mio marito Flavio che mi supporta e sopporta sempre insieme a nostro figlio Davide!

Banche venete: approvati ODG deputati

La Camera dei deputati ha votato la fiducia sul decreto di liquidazione di Banca Popolare di Vicenza S.p.A. e di Veneto Banca S.p.A. Il provvedimento ora passa al Senato per l’approvazione definitiva.
Lo Stato ha fatto il suo dovere, salvaguardando innanzitutto il sistema economico italiano, i correntisti ed i risparmiatori ed evitando che la crisi contaminasse tutto il settore bancario. Se il Parlamento non avesse approvato il decreto si sarebbe potuto arrivare al bail-in imposto dall’Unione Europea, e avrebbero pagato anche i risparmiatori. Grazie al decreto gli sportelli delle banche non hanno mai smesso di funzionare, e si sono tutelati migliaia di posti di lavoro. Nonostante il Governo abbia posto la questione di fiducia sono stati però accolti gli ordini del giorno presentati dai deputati Pd Veneti – vedi dettaglio – 

Approfondimento Decreto
dettaglio ODG approvati

Referendum autonomia 22 Ottobre: per spese elettorali tagliati i fondi per il sociale.

I costi del referendum consultivo del prossimo 22 ottobre sull’autonomia del Veneto sono stati coperti tagliando i costi per il sociale. In un momento difficile per le famiglie venete la Regione ha deciso di investire questi soldi per inseguire un referendum che appare solo uno spot elettorale per il Governatore. Il referendum non avrà alcuna ricaduta reale sulla legislazione e sull’autonomia. Lunedì 24 luglio il Partito Democratico del Veneto ha convocato la direzione regionale proprio su questo tema, per a costruire una sintesi politica che sia alternativa a quella della Lega e della maggioranza di governo della Regione.

Conferenza stampa “Salute nelle Città”

È di pochi giorni fa l’allarme lanciato dagli esperti sulla crescita del rischio di malattie croniche non trasmissibili – in particolare diabete e obesità – riscontrato negli abitanti delle città. A questo si accompagnava la “Lettera aperta ai Sindaci italiani per promuovere la salute nelle città come bene comune”, siglata da Health City Institute, Associazione nazionale comuni italiani (Anci), Federsanità Anci, Rete italiana città sane dell’Organizzazione mondiale della sanità, Coni, Istituto superiore di sanità, rivolta agli oltre 8mila sindaci italiani.
La XII Commissione Affari sociali e sanità della Camera dei deputati ha approvato all’unanimità, con parere favorevole del Governo, una mia risoluzione in materia di salute nelle città. Il documento, articolato per punti, indirizza il Governo ad adottare diverse misure per sviluppo di politiche per la salute nelle aree urbane del nostro Paese.

Mozione completa
Il progetto

In Comune a Vicenza sul tema sicurezza

Più sicurezza per il nostro territorio: Venerdì 17 luglio ho incontrato le commissioni consiliari “Servizi alla popolazione” e “Affari istituzionali” di Vicenza. Abbiamo approfondito il nuovo decreto sicurezza che riguarda in particolare gli ambienti urbani. Collaborare tra istituzioni è la soluzione più efficace per risolvere i problemi dei cittadini.
Questi i punti chiava dell’impegno sottoscritto dal Comune e dai parlamentari:

-un consistente aumento della forza organica della Questura di Vicenza, portandola allo stesso livello delle Questure di Padova e di Verona che per popolazione, estensione territoriale, elementi socio-economici e reati denunciati hanno caratteristiche analoghe a quelle della provincia di Vicenza.

– la possibilità che per quei Comuni che hanno bilanci sani, come quello di Vicenza, siano allentati i vincoli che impediscono assunzioni (polizia locale).

– la revisione di leggi che interferiscono con l’applicazione e l’esecuzione della pena.

Abbiamo concordato di ritrovarci più avanti per verificare insieme il lavoro fatto.

Ok della Camera al nuovo registro tumori

La Camera dei deputati ha approvato a maggioranza assoluta il provvedimento che istituisce e regolamenta la Rete nazionale dei registri dei tumori e dei sistemi di sorveglianza e dei registri di mortalità, di tumori e di altre patologie. Ora il testo dovrà essere esaminato dal Senato.
Il progetto di legge intende riorganizzare e contemporaneamente migliorare la programmazione sanitaria, la verifica della qualità delle cure e la valutazione dell’assistenza sanitaria in campo oncologico al fine di garantire un controllo permanente dello stato di salute della popolazione. Il testo si sofferma sulle più frequenti patologie che insorgono nel nostro Paese. La prevenzione in questo campo è un investimento fondamentale, che incide positivamente sullo stato di salute dei cittadini e sui costi necessari alle cure.

Approvata la mia mozione “Salute nelle città bene comune”

Alla Camera dei deputati approvata all’unanimità la mia mozione “Salute bene comune nelle città” ! Grazie al Governo, Ministero della salute e tutti i colleghi per aver collaborato e contribuito ad approvare un testo importantissimo per lo sviluppo di politiche che garantiscano salute, attività sportive e qualità della vita in ambiente urbano. Il documento sancisce finalmente le linee di una visione complessiva dello stato su questi temi: è un altro tassello per la riforma del nostro sistema di welfare: stiamo sostituendo pian piano una forma assistenziale di welfare, con un welfare invece generativo e partecipativo che si pone alla base di un nuovo patto sociale!

Testo approvato dalla Commissione

2nd Healty City Forum – 3 luglio 2017

73 morti al giorno in Italia, quasi 750 in Europa, sembrano numeri da bollettino di guerra, e invece purtroppo sono i numeri del diabete. Gli italiani che soffrono di diabete sono circa l’8% della popolazione adulta, solo nel nostro Paese negli ultimi 10 anni si sono registrati oltre 1 milione di nuovi casi e sono circa 21 milioni gli italiani in sovrappeso.
Il 3 luglio ho partecipato nuovamente l’Healty City Forum. Si è parlato di iniziative da intraprendere perchè lo Stato, insieme alle Regioni e alle Asl locali investa fortemente nella prevenzione, nell’educazione ad un corretto stile di vita e per incentivare il movimento e lo sport.

Comunicato Stampa

Link consigliati

News in Pillole