Home

Gli articoli in home verranno visualizzati nella home page

Autonomia Veneto – comunicato parlamentari PD

Autonomia Veneto

Parlamentari del PD auspicano intesa definitiva tra Stato e Regione Veneto

«Nostro il merito della firma della preintesa»

Venezia, 9 Aprile 2018 _ I parlamentari veneti del Partito Democratico auspicano il conseguimento di un’intesa definitiva tra Stato e Regione Veneto per il trasferimento delle materie oggetto della trattativa per l’autonomia differenziata del Veneto, delle relative competenze e delle risorse economiche e strumentali. Inoltre, sottolineano la necessità di un accordo tra la Regione Veneto e la Provincia di Belluno che tenga coerentemente conto della volontà popolare espressa contestualmente al referendum regionale del 22 ottobre, per consentire ai cittadini, alle imprese e alle istituzioni della montagna di godere delle pari opportunità sociali ed economiche di chi vive in pianura.

Deputati e senatori veneti del PD hanno partecipato questa mattina a Venezia all’incontro con il presidente della Regione e hanno condiviso un documento in cui ribadiscono il proprio impegno per il raggiungimento dell’autonomia regionale e per la valorizzazione delle specificità locali, in particolare della montagna e della Provincia di Belluno, affinché sia scongiurato il pericolo di un neo centralismo regionale che soffochi le autonomie locali.

I deputati ribadiscono le tappe «di un’autonomia differenziata per le regioni prevista dalla riforma costituzionale del 2001, introdotta dal centrosinistra. Garantiscono il loro supporto al conseguimento dell’intesa definitiva tra Stato e Regione, rilevando tuttavia che la stessa dipenderà prevalentemente dalla volontà del governo che si insedierà nelle prossime settimane e dalla stessa Regione Veneto».

«Quando la partita è stata del governo, l’unico a giocarla è stato quello a guida PD», sottolineano i parlamentari Dem. «Ora, dopo il voto del 4 marzo, è corretto che siano le formazioni politiche vincitrici ad assumersi la responsabilità di proseguire il percorso. Da parte nostra, pur dai banchi dell’opposizione, non mancheranno gli stimoli e l’appoggio al processo di riforma il cui obiettivo tuttavia non è alimentare un neo centralismo regionale, ma avvicinare e rendere più efficienti ed efficaci i servizi per i cittadini, le imprese e gli enti locali della nostra regione. Auspichiamo che questo percorso non venga interrotto come avvenne nel 2008 dal governo di centrodestra in cui uno dei ministri era proprio Luca Zaia».

Parlamentari PD Veneto

Elezioni politiche 2018 – La mia candidatura al Senato

L’ASCOLTO CAPACE DI FARE

In questi anni, passati tra Vicenza e Roma, tra Roma e Vicenza, ho dedicato la maggior parte del tempo ad ascoltare il mio territorio. Sono stata a stretto contatto con tantissimi privati cittadini, lavoratori, aziende, categorie economiche, associazioni, iscritti ai sindacati e al mio partito.
Persone e realtà talvolta prive di un riferimento, di un tramite o semplicemente di un interlocutore che si facesse carico delle loro esigenze.

Grazie a questo fondamentale lavoro di raccordo fra territorio e Governo abbiamo raggiunto risultati importanti: tante aziende hanno mantenuto la produttività a Vicenza e i livelli di occupazione, la Basilica Palladiana è stata riconosciuta Monumento Nazionale, Vicenza è stata nominata città Europea dello Sport, in sanità sono stati introdotti i nuovi Livelli Essenziali Assistenza, e troviamo oggi un’Italia più inclusiva e con più diritti. C’è più lavoro rispetto a cinque anni fa. Sono più le imprese che aprono rispetto a quelle che chiudono. Il PIL è in crescita costante da quattro anni e il numero dei cittadini occupati segna un record assoluto.
La strada fatta è tanta, ma tanta è anche quella che ci resta da fare. Spetta a noi continuare a percorrerla per cambiare l’Italia, come abbiamo fatto fino ad oggi.

Il prossimo 4 marzo, si vota per scegliere chi ci rappresenterà per i prossimi anni. Troverete il mio nome sulla scheda, sono candidata nel collegio uninominale Vicenza 7, oltre che avere l’onore di essere capolista al Senato nel collegio proporzionale Vicenza 2 per il Partito Democratico.
Rappresentare un territorio significa spendersi per questo, ascoltando e battendosi con decisione per ottenere i risultati.

Mi candido per un Italia più forte, più giusta.
All’ascolto, senza lasciare indietro nessuno.
All’ascolto, ma capaci di fare.

Presentata a Roma la riforma dello sport dilettantistico

Approvata legge sul limite mandati CONI – On. Daniela Sbrollini: “Un altro tassello importante per il rinnovamento dello sport italiano”

 

Il parlamento ha definitivamente approvato la norma sul limite dei mandati per i vertici del CONI, del CIP e delle Federazioni Sportive nazionali. Un provvedimento fortemente voluto e che punta al rinnovamento delle figure ai vertici dello sport italiano: d’ora in avanti non si potranno svolgere più di tre mandati per la durata di tre quadrienni olimpici.
Ciò garantirà in futuro un importante ricambio generazionale all’interno del mondo dello sport italiano, favorendo maggior dinamicità nel lavoro delle federazioni e garantendo anche un riequilibrio di genere all’interno dei ruoli chiave dello sport. Allo stesso tempo si consente agli attuali presidenti il tempo di continuare a governare portando a compimento tutti i progetti avviati.
Questa legge, che è stata fortemente voluta da Parlamento e dal Governo, è il frutto di un intenso lavoro costruito insieme al Ministro dello Sport Luca Lotti. Nello stesso giorno in cui la Camera dei deputati approva una legge di stabilità con all’interno un ricchissimo pacchetto sport che rivoluziona positivamente il panorama dilettantistico e professionistico italiano al Senato si compie definitivamente anche questa riforma. Mai parlamento e Governo avevano fatto così tanto per innovare lo sport italiano.

  • On. Daniela Sbrollini
    Responsabile dipartimento Sport PD

🔵 Figc – Dimissioni Tavecchio , On. Daniela Sbrollini

+++ Comunicato stampa +++

20/11/2017

“Nel rispetto dell’autonomia del Calcio la decisione assunta da Carlo Tavecchio, di rimettere il suo mandato, è un fatto positivo di cui gli rendiamo merito. Un atto che giunge dopo una sconfitta epocale per la nostra Nazionale. Apprezziamo il senso di responsabilità e di rispetto nei confronti dell’intero movimento calcistico nazionale. Come ribadito anche dal Ministro per lo Sport Luca Lotti, questa fase può e deve essere la premessa per il rilancio del settore, sapendo coniugare la necessità di rinnovamento e gli interessi delle società al fine anche di valorizzare l’immenso patrimonio rappresentato dai nostri vivai. Il calcio è uno sport bellissimo in cui moltissimi nostri ragazzi si riconoscono. Serve adesso lungimiranza e trasparenza.”

On. Daniela Sbrollini
Responsabile dipartimento sport Pd

Minacce al capogruppo dem Rosato, intervento On. Sbrollini

31/10/2017

“Ettore Rosato, ti bruceremo vivo.”… Sono queste le folli parole di Angelo Parisi, assessore designato del movimento 5 stelle in Sicilia scritte oggi nei confronti del capogruppo PD Ettore Rosato. Voglio immediatamente rivolgere un appello al Movimento 5 stelle perché si attivi al più presto per denunciare e placare l’onda d’odio che ha generato questa minaccia di morte e tante altre occasioni di violenza verbale negli ultimi mesi.
Quanto accaduto non è che la punta dell’iceberg di una escalation di violenza nella politica che ormai dura da anni, portata avanti soprattutto dalle minoranze.
Come la maggioranza degli italiani sono disgustata da chi, in assenza di argomentazioni sul piano politico, cerca di recuperare consenso facendo leva sul sentimento d’odio e insultando esponenti di altri schieramenti. Da tempo il Partito Democratico, soprattutto all’interno dei rami del Parlamento, si batte per far sì che la dialettica politica, anche quella più accesa, non sconfini mai in questa barbarie. Esprimo dunque tutta la mia solidarietà ad Ettore e alla sua famiglia, rinnovando nei suoi confronti stima e affetto per il grandissimo lavoro svolto in questi anni come deputato e come capogruppo.

 

 

On. Daniela Sbrollini

Ultrà Lazio – On. Sbrollini : “Ferma e dura condanna di tutto il PD, fuori l’odio dagli stadi”

24 Ottobre 2017

“La mia più dura e ferma condanna agli ultrà laziali che hanno diffuso l’immagine di Anna Frank con la maglia della Roma e altre scritte antisemite come “romanista ebreo”. La mia condanna anche ai loro complici tra alcuni ultras che hanno permesso che ciò accadesse. L’antisemitismo come ogni forma di discriminazione, di razzismo, di odio devono essere combattute. Gli stadi devono essere luoghi di passione e di festa, di incontro e di cultura sportiva in cui le ideologie, soprattutto quelle più estreme, devono stare fuori.

Bene ha fatto la Federcalcio ad aprire subito un’inchiesta. Se è vero che la Lazio ha sempre condannato ogni forma di razzismo, è vero anche che bisogna fare ed investire di più nel rapporto con i propri tifosi. Non è la prima volta che i gruppi più radicali di ultrà biancocelesti compiono gesti di questo tipo. Molto probabilmente nella nuova legge per la distribuzione dei diritti tv una quota considerevole sarà destinata alle società capaci di riempire gli stadi, se la Lazio vuole tornare a riempire l’Olimpico non è certo su questi “tifosi” che deve investire, ma lo deve fare invece a partire dai propri tifosi veri, creando un clima di passione positivo che coinvolga in particolar modo le famiglie.

Sottoscrivo in pieno l’appello del Segretario Matteo Renzi che ha proposto alle squadre di scendere in campo con la Stella di David al posto dello sponsor per la prossima giornata.
Il prossimo derby Roma Lazio del 18 Novembre dovrà essere una festa per la capitale, come lo è stato il derby tra Inter e Milan pochi giorni fa. Nessuno deve permettere che all’Olimpico in quel weekend, come in tutti gli altri, vada in scena l’ennesima occasione di scontro tra frange criminali.
Voglio esprimere a nome di tutto il Partito Democratico grande apprezzamento nei confronti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per essere prontamente intervenuto nel sottolineare e condannare la gravità di questi gesti e per essersi immediatamente messo in contatto con il Ministero dell’Interno.
Nel mio ruolo di parlamentare e responsabile Sport per il PD, su questo tema, il Ministero troverà sempre disponibilità e collaborazione. “

On. Daniela Sbrollini
responsabile dipartimento Sport PD

❇ On. Daniela Sbrollini protagonista al Forum Sport&Business de “Il Sole24Ore”

 

16 Ottobre 2017

Si è tenuto questa mattina a Milano l’importante Forum “Sport&Business” organizzato da Il Sole 24 Ore. Alla tavola rotonda istituzionale, condotta dal giornalista Pierluigi Pardo, ha partecipato anche la deputata Daniela Sbrollini, Vicepresidente della XII Commissione Affari Sociali e Sanità e responsabile del dipartimento Sport PD.
L’On. Sbrollini, in conclusione dell’evento ha ricevuto il plauso del Presidente di Technogym Nerio Alessandri, per l’importante proposta di riforma dello sport dilettantistico già avviata in parlamento e che ha trovato riscontri positivi trasversalmente tra tutte le forze politiche.

A margine dell’iniziativa l’On. Sbrollini ha dichiarato: “Questo importante appuntamento, ha un’assoluta valenza nazionale per tutto il settore sportivo. E’ stato un evento di confronto e collaborazione tra professionisti, esperti e analisti di un del mondo dello sport, un settore che si dimostra sempre più rilevante negli scenari economici nazionali e globali e che coinvolge direttamente i temi della salute, dell’educazione, dello sviluppo economico

Questa mattina nel mio intervento ho voluto sottolineare tutto il lavoro fatto dal parlamento e dal Governo in questi anni, in particolare da quando il Premier Paolo Gentiloni ha voluto indicare Luca Lotti come Ministro dello Sport. Proprio con il Ministro da subito è iniziato un importante lavoro comune che darà i principali frutti nella legge di stabilità che verrà approvata nelle prossime settimane. Nell’ultimo anno ho incontrato centinaia di realtà sportive italiane ed insieme a loro è stato avviato l’iter per una vera riforma dello sport dilettantistico, una nuova norma chiara e semplice che premia investimenti pubblici e privati per la crescita del settore, per la professionalizzazione di manager ed educatori sportivi e per le tutele dei lavoratori e atleti con particolare attenzione alla condizione delle donne.
Serve un grande cambiamento culturale in molti settori che intercettano lo sport, a partire dalla scuola. La politica ha il grande compito di avviare, insieme ai sindaci e agli amministratori locali, politiche che incentivino l’applicazione reale di stili di vita sani nella società e nei luoghi di lavoro, una miglior educazione alimentare e soprattutto un miglioramento dell’accesso alle pratiche sportive e motorie per tutti, secondo il principio dello «sport di cittadinanza». Lo sport in quest’ottica non costituisce una spesa ma è un vero e proprio investimento sanitario, sociale e per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Allo stesso tempo costituisce una grande occasione di crescita economica ed occupazionale. Grazie a Nerio Alessandri, Michele Uva, Alberto Miglietta e tutti gli altri relatori dell’evento di oggi per avere fatto il punto su necessità e obiettivi per il settore e per il Paese, sono certa che nelle prossime settimane arriveranno risposte concrete da parte di Governo e Parlamento.”

Democratica – 12 Ottobre 2017

Lovato Gas, interrogazione On. Sbrollini (PD): “Il Governo intervenga al più presto”

19 settembre 2017

“Lovato Gas oggi occupa 110 persone a tempo pieno, la direzione intende avviare un piano di delocalizzazione verso Polonia e Iran nonostante l’azienda abbia chiuso il suo bilancio 2016 con un utile di 1,2 milioni di euro pur prestando al gruppo che la detiene oltre 3 milioni di euro.
Ho deciso di presentare un’interrogazione parlamentare al Ministero dello sviluppo economico, in particolare al viceministro Teresa Bellanova.
Sono stata personalmente al presidio insieme ai lavoratori, ho incontrato tante donne e uomini che, nonostante la crisi aziendale nutrono grande l’affetto verso la propria azienda e sono mossi dall’orgoglio per il proprio lavoro, il gruppo e per il territorio.
Lovato Gas ed è’ l’unica società del gruppo Landi che continua a generare profitti. Dal 2008 ad oggi ha restituito a Landi il costo che a suo tempo la stessa famiglia aveva speso per acquistarla dalla famiglia, una cifra stimabile intorno ai 65 milioni di euro.
Politica tutta, Governo e sindacati devono fare squadra con i lavoratori per superare questa fase critica e per garantire allo stabilimento di Vicenza la piena occupazione dei lavoratori e la produttività. Con la chiusura della Lovato Gas verrebbe meno nel nostro territorio un patrimonio produttivo che da oltre 50 anni è simbolo di innovazione e tecnologia.
Attualmente presso la Lovato Gas i lavoratori hanno organizzato un presidio fisso, attivo 24 ore al giorno per non far portare via i macchinari.
A tutti i lavoratori e alle loro famiglie va la mia piena solidarietà. E’ davvero apprezzabile l’impegno che sta compiendo anche la GGIL-Fiom, da subito vicina ai lavoratori. Il mio impegno da parlamentare del territorio non mancherà.”

On. Daniela Sbrollini
deputata PD

Link consigliati

News in Pillole